ITIS Galileo Galilei

AREZZO

Calendario Attività

Agosto 2014
L M M G V S D
28 29 30 31 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
Formazione delle Classi PDF Stampa E-mail
POF - POF 2008 - 2009

Formazione delle classi

Definizione numero massimo di alunni nelle prime classi sperimentali e criteri di  trasferimento delle eccedenze: per decisione Ministeriale il numero delle classi di maxi-sperimentazione è chiuso e non possono attivarsi più classi dell’anno precedente. Pertanto, stabilito il numero massimo di alunni per classe, qualora gli aspiranti lo superassero, si procederà all'estrazione delle eccedenze, a meno che un congruo numero di genitori degli allievi non decida spontaneamente di passare alle classi di ordinamento non soggette ad alcuna restrizione.L’operazione avverrà dopo che il Dirigente Scolastico avrà definito il numero massimo di alunni ammissibile per classe, tenendo conto dell’opportunità di ridurre al minimo tale numero per motivi didattici in relazione alle classi assegnate all’Istituto.E' nostra convinzione, infatti, che evitare classi affollate (25 alunni anziché 30) e classi articolate crei condizioni migliori per una maggiore efficacia didattica. Per l’ottimale formazione delle classi si procede tenendo conto dei seguenti criteri stabiliti dal Collegio dei Docenti: 

       Classi  prime

-           equa ripartizione degli alunni in base al giudizio di uscita dalla Scuola Media;-           raggruppamento degli alunni richiedenti il cambio di lingua straniera nella stessa classe; -           inserimento nella stessa classe degli alunni provenienti da uno stesso comune, se risultano essere in numero esiguo;-           distribuzione fra le classi degli alunni che non intendono avvalersi dell’insegnamento della religione cattolica.Si cerca inoltre di soddisfare eventuali richieste degli alunni quando queste non siano in contrasto con i criteri precedenti.

 

       Classi  terze

Al termine del biennio gli studenti possono scegliere tra i diversi corsi presenti nell’Istituto e ciò porta ad una nuova composizione dei gruppi classe nel triennio.Pertanto, per la formazione delle terze, dopo aver ripartito gli alunni in relazione alla specializzazione scelta, si opera secondo i seguenti criteri:-           raggruppamento degli alunni che hanno frequentato la stessa classe al biennio;-           inserimento nella medesima classe degli alunni provenienti da uno stesso comune.Come per le classi prime, anche per la formazione delle classi terze si tiene conto, nei limiti del possibile, di eventuali richieste avanzate dagli studenti.

 

       Classi  seconde, quarte e quinte

Per eventuali accorpamenti delle classi si sopprimeranno, in caso di effettiva necessità, le classi meno numerose, a meno che rilevanti motivi di ordine didattico e organizzativo non inducano ad altre scelte.

 

       Alunni  ripetenti

Gli alunni ripetenti vengono di norma inseriti nella stessa sezione dell’anno precedente quando ciò non incide sull’equilibrio numerico delle classi o salvo diversa e giustificata richiesta di cambiare sezione da parte dell’alunno.